Feb 23, 2017

Le rudiste

0 comments

Bene... Visto che l'area è un po' smorta cerchiamo di ravvivarla un po' e introduciamo qualcosa sulle rudiste... io mi sono attualmente poco documentato su questi bivalvi estinti quindi attendo articoli e trattazioni interessanti. Inizio postandovi questo link :

http://www2.provincia.campobasso.it/paleomatese/

qui troverete nell'area download alcuni libri da scaricare gratuitamente, alcuni dei quali parlano delle amate rudiste in quanto fossili guida e presenti in gran numero nelle rocce carbonatiche anche nostrane. Di forma simile a un corallo, oppure ad un corno, ad un cono gelato, presentano grande difformità tra le valve, una delle quali sembra fungesse da opercolo mentre l'altra costituisse il "corpo" vero e proprio nonché fungesse da punto di ancoraggio verso il terreno. Animali quasi esclusivamente bentonici fissi, avevano l'abitudine di stare vicini vicini formando delle vere e proprie barriere simili alle attuali barriere coralline.

Sono presenti anche in gran numero nella Grotta Gigante in zona Friulana, vi allego il sito della grotta :

http://www.grottagigante.it/page/scienza-paleontologia

visto che c'è un bel disegno di rudiste e vi fate un'idea di come questi animali fossero fatti. Se volete vederlo bene, cliccate col tasto destro del mouse sull'immagine e fate "Apri immagine in una nuova scheda/finestra". A me, comunque, sembrano più coralli che molluschi...

New Posts
  • Non penso sia vero...chiedo a voi. Grazie a tutti.
  • Ciao a tutti. Qualcuno di voi e' mai stato in UK alla ricerca di reperti? Mi interesserebbe sapere leggi vigenti.
  • Durante i vari peripli di andata e ritorno da e verso l'Italia o da e verso la fiera internazionale di Sainte Marie aux Mines (SM) in Alsazia, capita di attraversare una valle, in prossimità della città di Marlenheim, che è circondata da alte falesie scavate in una caratteristica arenaria rossa. Link verso l'immagine su Google: clicca qui sezione tratta da : http://infoterre.brgm.fr/rapports/RP-56028-FR.pdf Mi ha sempre intrigato e in occasione dell'ultimo passaggio per l'expo di SM mi sono fermato ed ho preso alcune foto. La stessa litologia si rinviene spesso in Alsazia, come presso l'Abbazia di Sainte Odile, od il castello (stupendo) di Koeningsbourg (vedi foto alla fine del documento), localizzati entrambi su una cime che sovrastano il magnifico paesaggio alsaziano. Per la piccola storia, sembra che il cartone animato di Miyazaki "il Castello volante" sia stato creato dall'artista ispirandosi a questo bel castello (che riceve ben 100.000 visite l'anno). Queste arenarie rosse, chiamate anche grès bigarré (o trias vosgien ), sono datate al Triassico inferiore (245 Ma a 237 Ma) e sono relativamente frequenti nell'Europa centrale e nel nord-est. Sono chiamate anche con il nome di Buntsandstein . I sedimenti arenacei che la caratterizzano mostrano un'interessante sedimentazione incrociata, avvenuta su piana continentale fluviale subsidente in cui i vari canali si incrociavano e depositavano abbondante materiale detritico, in un ambiente di clima caldo secco. Questi sedimenti (aventi uno spessore di circa 300m) sono sovrastati dai conglomerati di Saint Odile e successivamente i Grès a Voltzia (fossiliferi). Purtroppo i depositi sedimentari in questione sono azoici... Anche la base è caratterizzata dalla presenza di conglomerati ed arenarie conglomeratiche che prendono nome di " Conglomérat inférieur ", caratterizzato dalla presenza di ciottoli di origine riolitica, granito, gneiss, quarzite, diaspri neri. Intercalati alle arenarie, a sedimentazione incrociata, si rinvengono livelli conglomeratici, nodulari composti da ossidi di manganese. Il colore rosso è dovuto alla presenza di Ematite e Goethite. Localmente i processi erosivi di queste arenarie danno origine a strutture a "nido d'api" come visibile nell'immagine successiva (tratta da wikipedia): Foto tratta da: https://fr.wikipedia.org/wiki/Trias_inf%C3%A9rieur#/media/File:Buntsandstein_Waben.jpg Quindi se avete modo di viaggiare in Alsazia, per assaggiare i deliziosi vini prodotti localmente, o abbuffarvi di foie gras o la terribile choucrutte (da consumare con moderazione) guardate anche intorno a voi e se vedete un affioramento di rocce rosse sostate un momento (per digerire) e deliziatevi delle belle strutture affioranti... Qualche riferimento bibliografico: https://fr.wikipedia.org/wiki/Trias_inf%C3%A9rieur https://www.geoportail.gouv.fr/donnees/cartes-geologiques http://infoterre.brgm.fr/rapports/RP-56028-FR.pdf

Trilobites on sale

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

Other Fossils on sale

Books and equipment

Info

Trilobite Design Italia NON vende fossili Italiani.

In Italia è vietato il commercio e la vendita di fossili provenienti dal territorio dello Stato in quanto ritenuti beni culturali e rientranti nei beni tutelati dalla normativa n.1089 dd 1 Giugno 1939 e la nostra azienda NON commercia questi campioni. La presente ditta TDI di Gianpaolo Di Silvestro esclude nella totalità qualsiasi campione fossile d’origine paleo-antropologica. In accordo con la legge Italiana tutti i fossili sono importati ed esportati regolarmente.

Tutti i prezzi del sito sono da intendersi IVA compresa la fattura commerciale sarà allegata alla merce spedita

All prices are VAT included

Trilobite Design Italia and Scientificmodels are website made by Di Silvestro Gianpaolo Aurisina TS  ITALY P.I 01265210326