Dec 27, 2017

Morocops (Barrandeops) ovatus fossil preparation

15 comments

Edited: Dec 27, 2017

 

Morocops ovatus

Devonian Emsian

Timrhanrhart Formation

Foum Zguild

Morocco

 

ed Eccoci con una nuova preparazione fine 2017... Non troppo difficile...gli step si commentano da soli...se avete domande, o dubbichiedete pure...buona visione. Gianpaolo

sezione facile da individuare parte del corpo era già scoperta dallo split

si puliscono le pleure molto delicatamente

la testolina fa capolino

 

particolari delle granulazioni

incollaggio

 

ci siamo....quasi

 

Dec 27, 2017Edited: Dec 27, 2017

 

particolari del trilobite.... notare le granulazioni del cephalon..totalmente naturali

altri particolari del trilobite e del fossile in generale

 

ripassiamo con la sabbia a 0.25 micron a bassissima pressione > 1 bar

 

 

 

 

 

 

 

 

Il trilobite presenta 1 solo incollaggio, nessun colore o coprente aggiunto. Notare come appaiono i veri colori dopo un processo di preparazione. Tutti quei trilobiti scintillanti e mega super extra black sono frutto di passaggi successivi di colorazioni posticce con l'uso spesso di coloranti acrilici e protettivi siliconici.

Dec 27, 2017

E come sempre..........complimenti !!!

Appena finisco la preparazione in corso (diventata eterna causa impegni esterni) mi butto sui tuoi trilobiti!

Intanto ho qualche domanda da porti:

a) Hai sempre usato la punta a scalpello visibile in foto? a Quanti bar? I segni delle prime foto mi sembrano da punta...Io ho solo il 9361 dotato di scalpello, forse è troppo aggressivo (ok che dipende dalla mano, però...)

b) che tipo di sabbia hai usato per la sabbiatrice?

c) Il cubo visibile nell'ultima foto con il centimetro come termine di paragone...è un'esclusiva tua?!

Lo trovo mooolto fico!

Grazie dei complimenti.... allora diciamo che : a) mediamente uso un chicago modificato (mia modifica) e un Hw1 con questi due martellatori riesco a fare quasi tutto...b) i bar non puoi contarli o standardizzarli... dipende dalla matrice, dalla pietra, se stacca oppure no... insomma non c’e una regola, purtroppo... la sabbia usata è ossido di alluminio tagliata con del bicarbonato nella proporzione 70/30

Dec 28, 2017

Perfetto, grazie per tutte le indicazioni!

Ho scoperto da poco il sito haufwerk, sembrano ottimi quei martellatori...per ora sono a posto ma in futuro li voglio provare...

 

Ma il miscuglio di ossido di Al + Bicardonato di sodio....

Bicarbonato specifico per sabbiare o da cucina?!

 

Che metodo utilizzi per recuperare la sabbia?...aspiratore collegato alla cabina di sabbiatura e poi setacci la sabbia?

 

Grazie

Diego

Scusami diego non vorrei sembrare di parte anche se lo sono. :) ..ma vai a pescarti un sito tedesco che vende martellatori quando ce l'hai in casa? (piccola pubblicità personale) a prescindere che gli HW10 non sono altro che il modello 940 dove hanno sostituito la presa d'aria....e te lo fanno pagare 100€ di più bho? misteri del marketing.... l'unico HW a mia esperienza utile è HW70 però preferisco un chicago a quel punto... Il piccolo HW1 funziona bene ma ha il difetto di dover cambiare spesso il teflon...operazione che loro non ti faranno mai... Per risponderti alle altre domande Si bicarbonato da cucina setacciato... La sabbia viene recuperata con un aspiratore dedicato e poi risetacciata esattamente come hai ipotizzato tu...uso setacci a 100 e 50 micron...puoi usarla almeno altre 3 volte prima di cestinarla... (la sabbia intendo) ;)

Dec 28, 2017

Beh giustamente i prezzi di alcuni loro martellatori mi sembrano gonfiati come dici tu, in più non comprendo bene le differenze sostanziali tra i vari modelli, sempre ammesso che ci siano.

Comunque intendevo che ora come ora non mi servono ma mi piacerebbe provarli, anche attraverso un prestito da qualcuno (non è riferito a te), per capire quali siano i pregi e difetti dei vari modelli di martellatori HW e più in generale di tutti i modelli in commercio.

Questo per poter accumulare competenze derivate da esperienze dirette e non da un sentito dire...

 

L'aspiratore dedicato può essere un banale aspiratutto o NECESSARIAMENTE deve essere un aspiratore specifico per sabbiatrici odontotecniche?

Sinceramente hanno veramente costi proibiti, ok che poi magari ci guadagni con un più preciso recupero della sabbia però....quanta sabbia recuperata ci vuole per ammortizzare la spesa iniziale?!

 

Per caso fornisci anche setacci?...ho cercato velocemente e quando ho visto il prezzo per un setaccio da 25 um.....mi è scesa la mandibola :-|

Allora HW10 è esattamente il .940 e ci fai praticamente quasi tutto...con questo martellatore lavori la maggior parte dei fossili...l'HW1 io lo uso ma va bene solo per robe molto tenere...in realtà bastano due martellatori: un buon .940 anche con punta ad Ago e un buon chicago magari con una bella modifica spinta per avere anche le punte piatte come questo qui sotto....

Poi tutto è figo...ma da esperienza personale il resto è solo accessorio anche inutile a volte.

L'aspiratore va benissimo anche un banale aspiratutto che abbia però un filtro EPA da almeno 25 micron...altrimenti ti respiri la polvere in eccesso e non è consigliabile.

Io uso uno speciale proprio per sabbiatrici, ma sarei disonesto a dirti che è essenziale. L'unico vantaggio rispetto a quelli che trovi al brico è la silenziosità...il mio ha 35 Db, mentre quelli del brico sono un poco più rumorosi...ma non è indispensabile. Si ho anche i setacci, che visto i costi proibitivi, faccio ritelare su telaio in alluminio...il costo è dato dalla maglia...che non è economica purtroppo...sò...;(

Dec 29, 2017

Il mio battaglione è costituito da :

Cp 9160

Cp 9160 con punta ad ago tdi

Cp 9361 punta a scalpello (una curiosità...ma è normale che la punta abbiamo moltissimo gioco una volta innestata?...rispetto a quella ad ago o quella originale pur essendo salda e utilizzabile..."balla" avanti e indietro)

Cp 9361 punta modificata tdi

 

Per quello penso di essere a posto ;-)

 

Per l'aspiratore non sono sicuro che il mio abbia il filtro HEPA, devo controllare. Però spero di riuscire a sistemarlo in una stanza di garage diversa rispetto a quella di lavoro (come ho fatto per il compressore), così da raggirare il problema polveri volanti e silenziosità.

 

Per la sabbia mi sfugge ancora qualcosa...scusa l'incompetenza :-/...

Per setacciare il bicarbonato da cucina da mescolare con Al2O3 usi un da setaccio 50 um?

e per setacciare la sabbia recuperata usi lo stesso?

 

il 100 quindi lo tieni per le polveri da 70 a 120 um giusto?

 

Grazie in anticipo

 

Diego ma che scherzi chiedi tutto quello che vuoi! il 9361 è il migliore... i la punta a scalpello del 9361 non è nata per essere usata sui fossili...ricordati che tutto quello che usiamo è una applicazione "derivata" dalla punzonatura....dei metalli... andrebbe montata una punta piatta come quella che ti ho mostrato in foto.... Filtro del bidone lo vedi subito...controlla che la cartuccia interna sia circolare e a struttura radiata...ormai li montano standard.... NO per la sabbia faccio così: bacinella della moglie da cucina...metto in parti uguali Ossido e bicarbonato..nelle proporzioni 50/50...dopodiché una volta che tutto è ben mescolato...uso un setaccio da 50 micron e vaglio tutto il "mischiume"...spesso il bicarbonato fa dei grumi...in questo modo separi i singoli granuli.... per setacciare la sabbia recuperata prima uso il 100 micron e poi il 50 così divido le due granulometrie usate... :)

Dec 29, 2017

Ok grazie mille ora ho capito!

 

Però non capisco come riesci ad ottenere la proporzione 70/30 che hai usato su questo trilobite.

Se mescoli tutto 50/50.......aspetta:

L'ossido di alluminio è già minore di 50 um (???)...quindi dopo la setacciatura del misculgio 50/50 ti rimangono solo i granuli di Bicarbonato "da buttare"

Quindi diciamo che la sabbia pronta per la sabbiatura sarà un CIRCA 70/30?!

 

Appena ho un attimo controllo il bidone, speriamo bene non l'ho comprato da molto...

 

Allora blocca i manzi...la cosa funziona così...inizio a preparare e faccio delle prove e vedo come meglio reagisce alla sabbia senza "bruciare" l'esoscheletro....a quel punto capisco a che pressione lavoro...se c'è troppo Ossido allora lo allungo con il bicarbonato o viceversa... dato che lil tank che contiene la sabbia è graduato...bene o male capisco...poi è una questione di abitudini...diciamo che lavorand a 50/50 non sbagli mai.. Una volta che riusi la sabbia questa è già piu arrotondata ed è gia mescolata mas o meno nelle proporzioni 60/30 50/50 insomma non cìè una regola fissa...devo vedere mentre lavori come si comporta l'esoscheletro e la sabbia.

La sabbia nuova che metto ha già una granulometria fissa che va da 50 a scendere....

Dec 30, 2017

ahhaha "blocca i manzi" !!! mi piace come modo di dire, lo userò pure io

 

Diamine la sabbiatura è veramente un labirinto, bisogna farsi le ossa...

 

Grazie per tutto!

é un bel giochino....tanto la fa l'esperienza e il tempo che ci vuoi dedicare ma sà darti anche molte soddisfazioni e risultati!

New Posts
  • Ciao a tutti, e benvenuti in questi post. Chiedo a coloro che hanno già acquisito una certa esperienza nella preparazione di fossili qualche consiglio per effettuare un incolaggio il più preciso possibile di un trilobite fratturato in sezione. Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
  • Il solito dilemma: Come calcare un fossile senza rovinarlo? Oggi cerchiamo di darvi una risposta esauriente, veloce e tecnicamente utile. Premessa fondamentale: Esistono diverse gomme siliconiche, con diverse caratteristiche e con diversi gradi di durezza ed elasticità. Oggi per semplicità andremo ad analizzare la Gomma siliconica bicomponente Prochima RTV-530 presente nel nostro shop che ha 3 caratteristiche a mio parere eccezionali: é una gomma Atossica catalizza molto velocemente ( meno di 10 minuti) ha pochissimo silicone liquido nella mescola...e poi vi spiegherò quali sono i vantaggi. Andiamo ad osservare subito il prodotto: La gomma RTV-530 che ricordo essere un silicone in pasta per poliaddizione bicomponente è una gomma siliconica per calcaggio di buona / ottima resa del tutto atossica e manipolabile anche da non esperti del settore.. (insegnanti e bambini) I prodotti sono disponibili nelle confezioni da 200 gr 500 gr e 1 kg (altri formati su richiesta) e si mescolano in parti uguali 1:1 Le caratteristiche principali come da scheda tecnica sono: Colore: rosa chiaro. Pot-life a 23°C: 3 minuti. Tempo di indurimento a 30°C: 5 minuti. Durezza Shore A, 10 min. (ASTM D 2240/C): 30 punti. (campione h = 6 mm) Durezza Shore A, 24 ore (ASTM D 2240/C): 35 punti. (campione h = 6 mm) Allungamento a rottura: 150% Resistenza a trazione (MPa, ASTM): 1,6±0,3 Resistenza a lacerazione (kN/m, ASTM): 7,0±1,0 Ma il pregio più importante che questa gomma possiede è la capacità di macchiare poco o quasi nulla il campione calcato. Nella foto successiva è presente un campione paleontologico su cui abbiamo testato nella parte posteriore diversi siliconi: la freccia rossa vi mostra un comune silicone per colata e nel riquadro verde il trascurabile alone lasciato dalla RTV 530. Questa gomma ha davvero buone ottime caratteristiche per copiare materiali di pregio! Ma come si utilizza? Molto semplice! Prelevare da entrambi i contenitori i due componenti in parti uguali, mescolarli accuratamente e applicarli sulla superficie da calcare evitando di lasciare bolle d'aria e fessure non coperte dalla mescola. aspettare la catalisi....(normalmente bastano 10 minuti ma suggerisco di aspettare almeno 30 minuti per assicurarsi una buona asciugatura) et voilà il calco è pronto per poi essere riempito di gesso, resina o quello che volete... ATTENZIONE però: la reazione di reticolazione della RTV-530 (reazione per poliaddizione) può essere inibita dai seguenti prodotti: sali di metalli pesanti; ammine; Zolfo; Indurenti di resine epossidiche La gomma siliconica RTV-530 è del tipo per addizione. Queste gomme, contrariamente a quelle per condensazione, richiedono particolari attenzioni in quanto non tollerano alcune sostanze che ne inibiscono la catalisi. In primo luogo mai usare attrezzi e contenitori stati usati con le normali gomme per condensazione: i due tipi sono assolutamente incompatibili ed il minimo contatto è capace di impedire la catalisi. Bisogna inoltre fare attenzione che i master che si utilizzano come modello non contengano anche in minima traccia di gomme e catalizzatori del tipo per condensazione, tutti i prodotti che contengono anche minime tracce di zolfo e derivati (es: PVC), colle polineopreniche, resina, stucchi e mastici a base poliestere, plastiline a base non cerosa e stucco da vetro, PVC, stagno e metalli pesanti, ammine e gomma naturali e sintetiche. In definitiva per i nostri fossili non c'è nessun problema e potete usarle tranquillamente! Vi ricordo che sono Atossiche e prive di allergeni quindi indicate per l'uso in campo didattico e museale! ma si possono calcare anche oggetti più grandi? certo che sì....nella foto alcune impronte che abbiamo calcato per il Museo di Storia Naturale di Bolzano Purtroppo non avendo l'autorizzazione non posso mostrarvi l'originale e la sua copia, ma fidatevi che è uscita bene... :) vi ricordo quì sotto il link per acquistare la nostra gomma siliconica: https://www.trilobiti.com/product-page/rtv-530
  • Siamo stati assenti un poco lo sò...ma gli impegni sonon tanti e il tempo di scrivere davvero poco...volevo però mostrarvi questo gioiello che è appena stato ultimato dal Super david Comfort, uno dei Migliori preparatori di fossili in circolazione. Non mi credete? guardate cosa è riuscito a tirar fuori da questo blocco del peso di 35 kg!

Trilobites on sale

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

Other Fossils on sale

Books and equipment

Info

Trilobite Design Italia NON vende fossili Italiani.

In Italia è vietato il commercio e la vendita di fossili provenienti dal territorio dello Stato in quanto ritenuti beni culturali e rientranti nei beni tutelati dalla normativa n.1089 dd 1 Giugno 1939 e la nostra azienda NON commercia questi campioni. La presente ditta TDI di Gianpaolo Di Silvestro esclude nella totalità qualsiasi campione fossile d’origine paleo-antropologica. In accordo con la legge Italiana tutti i fossili sono importati ed esportati regolarmente.

Tutti i prezzi del sito sono da intendersi IVA compresa la fattura commerciale sarà allegata alla merce spedita

All prices are VAT included

Trilobite Design Italia and Scientificmodels are website made by Di Silvestro Gianpaolo Aurisina TS  ITALY P.I 01265210326