Jan 21, 2018

Forza reedops!

21 comments

Partiamo con lui, eccovi altre foto!

 

 

 

 

Prepariamo la parte compresa tra le due linee?

Ps scusate le foto, sono da cellulare

 

 

 

Jan 22, 2018

Primo step...

Vicino alle pleure non stacca niente...tengo la per la sabbiatrice?

 

 

 

 

Jan 22, 2018

Non mi lascia postare più di una foto alla volta...ieri si...???

 

stai usando la punta del chicago vero? hai uno stereomicroscopio? vai con uan punta ad ago e pazientemente stacca...la pelle è molto ben definita stacca bene... :)

Jan 22, 2018

Avevo paura di segnarlo...prossimo round ago e stereo.

Ho usato cp 9160 e lente 5x....Ho visto i limiti...

dei arrivare ad 1 mm.... e stacca molto bene ma ti ci vuole un ago a non troppa potenza....

Jan 28, 2018

NON CONDANNATEMI!

 

Lavorato al microscopio 10x

Cp 9160 con punta ad ago

 

Tempo di lavoro 3h, pausa ogni 30 minuti altrimenti diventi pazzo

 

Le principali difficoltà che ho incontrato sono state:

- messa a fuoco, spesso dovevo muovere il fossile per ottimizzare la messa a fuoco, credo di aver capito il perché del cuscino sotto al fossile

- split, la roccia sulla testa staccava bene, viceversa quella intrapleurale (?) era ostica (almeno per me)

- segni, purtroppo ho segnato molte volte il fossile, anche se credo che la maggior parte dei segni bianchi sulle pleure in realtà sia roccia da togliere...spero si possa fare qualcosa con la sabbiatrice

-orientamento, capire l'orientamento e inclinazione della punta del martellatore non è stato così immediato

 

Qualche foto...Al micro si vedono tantissimi segni :-(

 

Jan 28, 2018Edited: Jan 29, 2018

bhe dai no e’ assolutamente male come inizio....il fatto che in certi punti possa staccare in maniera diversa e’ normale.... welcome aboard! alcuni errori puoi eliminarli con la sabbia. Ora concentrati sul lavoro...vedrai che pian pianino imparerai anche a come dosare la forza e come inclinare la pun ta del martellatore...quella e’ solo esperienza

Feb 10, 2018

Scusate il lento procedere...

 

Altre 3 ore di lavoro con pause annesse. Devo dire che mano a mano prendo sempre più confidenza con l'uso del micro e della punta ad ago. Inoltre inizio a capire come lavorare questa matrice...spero di non capirlo del tutto una volta finito la preparazione.

Purtroppo continuo a segnare il fossile, ma ci sto prendendo la mano....

 

Feb 11, 2018

Altre 3 ore andate, sono lento lo so ma cerco di fare del mio meglio, la fretta porta brutti guai!

 

Non sono affatto soddisfatto di come sta venendo...

 

Continuo a segnare il fossile 😓

Altro che preparattore Dario, prepa(t)rattore!!!

 

Più che altro anche al microscopio bisogna cercare di far splittare la roccia, però è difficile capire forza e inclinazione da dare, profondità di tutte i rilievi presenti nella superficie della matrice ecc

 

Il campo visivo è davvero ridotto, tutto un altro mondo il microscopio.

 

Tranquillo vedrai che con il tempo imparerai... è un processo normale, spesso in base a come inclini la punta la matrice salta o no...

Mar 13, 2018

Rieccomi vivo, mea culpa...

Preparazione che avanza, trilo che esce...alquanto crudo e segnato direi.

Di pressione purtroppo non posso giocare essendo il Cp 9160 dotato solo di start and stop.

Ho lasciato un po di roccia sul trilo nella speranza di rimuoverla con successo con la sabbiatrice dove non riuscirò a farlo con la punta ad ago senza segnare la bestia.

Speravo di riuscire a fare di meglio, i segni del martellatore sono devastanti :-(.

 

Oserei dire FONDAMENTALE conoscere l'anatomia di ciò che si va a preparare..

Inoltre devo anche imparare ad essere più ordinato, a livello di "martellate"

Infine ho notato una particolarità che per voi sarà un'ovvietà.... il mio umore influisce non di poco sulla preparazione, assolutamente sconsigliato mettersi all'opera dopo una sfuriata con la moglie o con il tuo capo, dopo una giornata lavorativa pesante o se ci siamo svegliati con l'umore di Vegeta...

Non si prepara per rilassarsi, per quello esistono i centri benessere, ma si prepara da rilassati...altrimenti fallimento assicurato (guardate il secondo lato che segnacci che ha). Probabilmente in passato questo aspetto mi era passato sott'occhio non dovendo lavorare così tanto al microscopio e con la punta ad ago, dove sono veramente richieste concentrazione e fermezza notevoli.

 

 

 

 

 

 

 

Mar 13, 2018

Aggiungo, mi sembra ci siano dei segni sulle pleure del secondo lato che non sono colpa mia....vero o sto solo cercando di dimezzare la pena? :-)

Una delle regole fondamentali è: se oggi NON è giornata piuttosto fermati....sai quanti trilobiti eccellenti ho distrutto perché mi incaponivo e poi inevitabilemnte facevo degli errori grossolani? é tutto nella norma credimi...è il normale processo dell'esperire...

Mar 19, 2018

Ciao Diego. Innanzitutto complimenti, ti invio un sacco! Invidia buona ovviamente, in quanto attualmente non ho la possibilità fisica di tenere un laboratorio in casa, e poi anche per la sana cultura che ti stai facendo.

Bravissimo continua così.

Il tuo trilobite sta venendo bene, io se fossi in te ne sarei più felice anche se comunque, concedersi sempre un margine per il miglioramento è un ottimo modo di progredire. Come si dice dalle mie parti... daghe!!!!

May 16

Ragazzi e soprattutto Gianpaolo...chiedo venia!

Mi sono lasciato trasportare da eventi personali...rieccomi qua, non linciatemi per il ritardo!

 

Allora, la preparazione di questo trillo, non è stata per niente soddisfacente.

Quasi mi pento di averlo preparato...però vabbè

Non sono affatto contento del risultato, ma essendo il mio primo bug, ci sono comunque affezionato :-)

 

Vi mostro l'avanzamento, che ora è in una fase di stallo a causa dell'occhio sx...

 

Stendiamo un velo pietosissimo sui segnacci che mi fanno dubitare di non essere nord africano

(battuta senza alcun tipo razzismo)...

L'occhio sx si è fratturato e parzialmente è rimasto nel pezzo superiore dal quale ho rimosso la matrice in eccesso

 

 

 

 

 

 

Ho incollato con la colla Starbond, lasciato a riposo per 24 ore e tutto è andato liscio....

 

 

 

...

... liscio nel senso che, come ho toccato con il vibro il pezzetto.... è saltato tutto :-((((

 

Qualche consiglio?

L'incollaggio l'ho effettuato mettendo colla nel pezzettino dell'occhio, per evitare di sporcare con la colla altre parti...

 

Un caro saluto a tutti

Ciao Gianpaolo (non inorridire nel vedere un trilo in queste condizioni ahah)

 

New Posts
  • Ciao a tutti, e benvenuti in questi post. Chiedo a coloro che hanno già acquisito una certa esperienza nella preparazione di fossili qualche consiglio per effettuare un incolaggio il più preciso possibile di un trilobite fratturato in sezione. Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
  • Il solito dilemma: Come calcare un fossile senza rovinarlo? Oggi cerchiamo di darvi una risposta esauriente, veloce e tecnicamente utile. Premessa fondamentale: Esistono diverse gomme siliconiche, con diverse caratteristiche e con diversi gradi di durezza ed elasticità. Oggi per semplicità andremo ad analizzare la Gomma siliconica bicomponente Prochima RTV-530 presente nel nostro shop che ha 3 caratteristiche a mio parere eccezionali: é una gomma Atossica catalizza molto velocemente ( meno di 10 minuti) ha pochissimo silicone liquido nella mescola...e poi vi spiegherò quali sono i vantaggi. Andiamo ad osservare subito il prodotto: La gomma RTV-530 che ricordo essere un silicone in pasta per poliaddizione bicomponente è una gomma siliconica per calcaggio di buona / ottima resa del tutto atossica e manipolabile anche da non esperti del settore.. (insegnanti e bambini) I prodotti sono disponibili nelle confezioni da 200 gr 500 gr e 1 kg (altri formati su richiesta) e si mescolano in parti uguali 1:1 Le caratteristiche principali come da scheda tecnica sono: Colore: rosa chiaro. Pot-life a 23°C: 3 minuti. Tempo di indurimento a 30°C: 5 minuti. Durezza Shore A, 10 min. (ASTM D 2240/C): 30 punti. (campione h = 6 mm) Durezza Shore A, 24 ore (ASTM D 2240/C): 35 punti. (campione h = 6 mm) Allungamento a rottura: 150% Resistenza a trazione (MPa, ASTM): 1,6±0,3 Resistenza a lacerazione (kN/m, ASTM): 7,0±1,0 Ma il pregio più importante che questa gomma possiede è la capacità di macchiare poco o quasi nulla il campione calcato. Nella foto successiva è presente un campione paleontologico su cui abbiamo testato nella parte posteriore diversi siliconi: la freccia rossa vi mostra un comune silicone per colata e nel riquadro verde il trascurabile alone lasciato dalla RTV 530. Questa gomma ha davvero buone ottime caratteristiche per copiare materiali di pregio! Ma come si utilizza? Molto semplice! Prelevare da entrambi i contenitori i due componenti in parti uguali, mescolarli accuratamente e applicarli sulla superficie da calcare evitando di lasciare bolle d'aria e fessure non coperte dalla mescola. aspettare la catalisi....(normalmente bastano 10 minuti ma suggerisco di aspettare almeno 30 minuti per assicurarsi una buona asciugatura) et voilà il calco è pronto per poi essere riempito di gesso, resina o quello che volete... ATTENZIONE però: la reazione di reticolazione della RTV-530 (reazione per poliaddizione) può essere inibita dai seguenti prodotti: sali di metalli pesanti; ammine; Zolfo; Indurenti di resine epossidiche La gomma siliconica RTV-530 è del tipo per addizione. Queste gomme, contrariamente a quelle per condensazione, richiedono particolari attenzioni in quanto non tollerano alcune sostanze che ne inibiscono la catalisi. In primo luogo mai usare attrezzi e contenitori stati usati con le normali gomme per condensazione: i due tipi sono assolutamente incompatibili ed il minimo contatto è capace di impedire la catalisi. Bisogna inoltre fare attenzione che i master che si utilizzano come modello non contengano anche in minima traccia di gomme e catalizzatori del tipo per condensazione, tutti i prodotti che contengono anche minime tracce di zolfo e derivati (es: PVC), colle polineopreniche, resina, stucchi e mastici a base poliestere, plastiline a base non cerosa e stucco da vetro, PVC, stagno e metalli pesanti, ammine e gomma naturali e sintetiche. In definitiva per i nostri fossili non c'è nessun problema e potete usarle tranquillamente! Vi ricordo che sono Atossiche e prive di allergeni quindi indicate per l'uso in campo didattico e museale! ma si possono calcare anche oggetti più grandi? certo che sì....nella foto alcune impronte che abbiamo calcato per il Museo di Storia Naturale di Bolzano Purtroppo non avendo l'autorizzazione non posso mostrarvi l'originale e la sua copia, ma fidatevi che è uscita bene... :) vi ricordo quì sotto il link per acquistare la nostra gomma siliconica: https://www.trilobiti.com/product-page/rtv-530
  • Siamo stati assenti un poco lo sò...ma gli impegni sonon tanti e il tempo di scrivere davvero poco...volevo però mostrarvi questo gioiello che è appena stato ultimato dal Super david Comfort, uno dei Migliori preparatori di fossili in circolazione. Non mi credete? guardate cosa è riuscito a tirar fuori da questo blocco del peso di 35 kg!

Trilobites on sale

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

Other Fossils on sale

Books and equipment

Info

Trilobite Design Italia NON vende fossili Italiani.

In Italia è vietato il commercio e la vendita di fossili provenienti dal territorio dello Stato in quanto ritenuti beni culturali e rientranti nei beni tutelati dalla normativa n.1089 dd 1 Giugno 1939 e la nostra azienda NON commercia questi campioni. La presente ditta TDI di Gianpaolo Di Silvestro esclude nella totalità qualsiasi campione fossile d’origine paleo-antropologica. In accordo con la legge Italiana tutti i fossili sono importati ed esportati regolarmente.

Tutti i prezzi del sito sono da intendersi IVA compresa la fattura commerciale sarà allegata alla merce spedita

All prices are VAT included

Trilobite Design Italia and Scientificmodels are website made by Di Silvestro Gianpaolo Aurisina TS  ITALY P.I 01265210326