Dec 30, 2016

wyoming i suoi pesci

23 comments

 

 

 

 

lastra con due pesci da preparare e da cosolidare

lastra con pesce da 46 cm in perparazione martellatore + sabbiatrice con bicarbonato ugello da 50 -100 micron

Dec 30, 2016

tante , anzi tantissime , non tengo il conto

Dec 30, 2016

sono ben accetti consigli su che animaletto sia , io sono andato a spanne

Dec 30, 2016

Per la parte più fine delle pinne cosa usi? Io sul Libano mi sono trovato bene con la matita in fibra di vetro, ottima anche per eliminare tracce di colorazioni "improprie"

Dec 30, 2016

uso il martellatore con punta fine e la gomma da cancellare

Lore ha ragione puoi provare anche la penna in fibra di vetro la trovi da Buffetti per 9€

Dec 30, 2016

Proprio sulle parti più fini, sotto microscopio. Io avevo preso le mine da 2mm da antichità belsito, poi le si mette in un porta mine

Altro sistema ma sempre sotto micro.... ago da cucire molto ben affilato e gratta via.... se e' troppo duro ammorbidisci con un acido debole= succo di limone o aceto

Dec 30, 2016

farò un pò di esperimenti , con l'ago e il succo di limone

Dec 30, 2016

Provato anche quello, ma poi ho scoperto la matita. Quella però si usa a secco, se no la mina si spetascia (tecnicismo lombardo)

Dec 30, 2016

del verbo spetasciare come tanti pesci

Jan 14, 2017

A me è capitato un pesce simile, oso dire che sono venuti in Italia nella stessa cassa,però.... Tutti parlavano della facilità di pulire i pesci del Wyoming, che delusione,mi hanno detto che questo è il livello peggiore,e,dopo aver provato di tutto, mi sono messo il cuore in pace ed ho iniziato :

Sgrossatura con CP ,e punta da 2mm

Avvicinamento il più possibile al pesce con Vibroincisore CTS F1 con punta da 1mm

Sabbiatura con microsabbiatrice con ugello da 0,5mm e 2-2,5 bar di pressione, poi,quì è venuto il bello,perchè ho iniziato con carbonato di calcio micronizzato 30 microm, faceva pochissimo,poi sono passato a quello a 120 microm, faceva un pò di più ma sempre un gran fumo e basta,allora sono passato alla pomice 90 microm e ho cominciato a vedere i risultati,ho finito il tutto e poi sono passato a carbonato di calcio 30 micron come finitura. La mia domanda è : come fate voi a lavorare con sodio bicarbonato che ha una durezza molto inferiore al carbonato di calcio ?, non è per caso che confondete il bicarbonato con la dolomite che e un carbonato doppio di calcio e magnesio,più duro del carbonato di calcio ?. Comunque ecco le foto del lavoro

 

 

 

 

Jan 14, 2017

ho usato bicarbonato di sodioovvio prima il martellatore , il bicarbonato di sodio non va bene , ci vuole la dolomite , niente è facile , lo strato migliore , quello che si vede nei vari video che circolano costa un botto + una cifra e noi poveri mortali ci dobbiamo accontentare di questi e romperci gli occhi con quello che passa il convento. nulla è facile , ti faccio un esempio , le famose ossa di ittio tedesche , che conosci benissimo, sembrano facili da preparare , ma in alcuni casi o in alcune parti di un pezzo sono incrostate il primo strato che incontri dopo aver eliminato lo scisto è marcasite sutto trovi una crosta calcarea la somma di questi due strati ti fanno venire il mal di testa . ovviamente vi sono pezzi che non hanno questi divetti riscontrabili a occhio nudo al ritrovamento , o li trovi caso rarissimo una volta , se fai cambi o magari trovi qulcuno disposto a venderteli paghi cifre esorbitanti per pezzi che non hanno incrostazioni o ti accontenti e ti ingegni-

Mi sembra pero' che stiate ottenendo dei buoni risultati seppur con metodologie e approcci di preparazioni diverse. Su una cosa purtroppo avevo avvisato entrambi... che quel materiale non e' questo qui:

 

Jan 15, 2017

Miiii, Giampa'...Ma te li ricordi sti pezzi dal vivo?!? Facevano paura...Il varano...E quella strisciata di coda...E dall'altra parte l'Heliobatis ed il gambero...Questi ultimi mi sono amaramente pentito di averli lasciati lì...

Il gambero... quel gambero era fantastico... ma amici miei sta roba non la troverete non preparata... ben se la preparano loro e la vendono al giusto prezzo richiesto... come sempre come disse yoda "non giudicare me dalla grandezza"...

New Posts
  • Ciao a tutti, e benvenuti in questi post. Chiedo a coloro che hanno già acquisito una certa esperienza nella preparazione di fossili qualche consiglio per effettuare un incolaggio il più preciso possibile di un trilobite fratturato in sezione. Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
  • Il solito dilemma: Come calcare un fossile senza rovinarlo? Oggi cerchiamo di darvi una risposta esauriente, veloce e tecnicamente utile. Premessa fondamentale: Esistono diverse gomme siliconiche, con diverse caratteristiche e con diversi gradi di durezza ed elasticità. Oggi per semplicità andremo ad analizzare la Gomma siliconica bicomponente Prochima RTV-530 presente nel nostro shop che ha 3 caratteristiche a mio parere eccezionali: é una gomma Atossica catalizza molto velocemente ( meno di 10 minuti) ha pochissimo silicone liquido nella mescola...e poi vi spiegherò quali sono i vantaggi. Andiamo ad osservare subito il prodotto: La gomma RTV-530 che ricordo essere un silicone in pasta per poliaddizione bicomponente è una gomma siliconica per calcaggio di buona / ottima resa del tutto atossica e manipolabile anche da non esperti del settore.. (insegnanti e bambini) I prodotti sono disponibili nelle confezioni da 200 gr 500 gr e 1 kg (altri formati su richiesta) e si mescolano in parti uguali 1:1 Le caratteristiche principali come da scheda tecnica sono: Colore: rosa chiaro. Pot-life a 23°C: 3 minuti. Tempo di indurimento a 30°C: 5 minuti. Durezza Shore A, 10 min. (ASTM D 2240/C): 30 punti. (campione h = 6 mm) Durezza Shore A, 24 ore (ASTM D 2240/C): 35 punti. (campione h = 6 mm) Allungamento a rottura: 150% Resistenza a trazione (MPa, ASTM): 1,6±0,3 Resistenza a lacerazione (kN/m, ASTM): 7,0±1,0 Ma il pregio più importante che questa gomma possiede è la capacità di macchiare poco o quasi nulla il campione calcato. Nella foto successiva è presente un campione paleontologico su cui abbiamo testato nella parte posteriore diversi siliconi: la freccia rossa vi mostra un comune silicone per colata e nel riquadro verde il trascurabile alone lasciato dalla RTV 530. Questa gomma ha davvero buone ottime caratteristiche per copiare materiali di pregio! Ma come si utilizza? Molto semplice! Prelevare da entrambi i contenitori i due componenti in parti uguali, mescolarli accuratamente e applicarli sulla superficie da calcare evitando di lasciare bolle d'aria e fessure non coperte dalla mescola. aspettare la catalisi....(normalmente bastano 10 minuti ma suggerisco di aspettare almeno 30 minuti per assicurarsi una buona asciugatura) et voilà il calco è pronto per poi essere riempito di gesso, resina o quello che volete... ATTENZIONE però: la reazione di reticolazione della RTV-530 (reazione per poliaddizione) può essere inibita dai seguenti prodotti: sali di metalli pesanti; ammine; Zolfo; Indurenti di resine epossidiche La gomma siliconica RTV-530 è del tipo per addizione. Queste gomme, contrariamente a quelle per condensazione, richiedono particolari attenzioni in quanto non tollerano alcune sostanze che ne inibiscono la catalisi. In primo luogo mai usare attrezzi e contenitori stati usati con le normali gomme per condensazione: i due tipi sono assolutamente incompatibili ed il minimo contatto è capace di impedire la catalisi. Bisogna inoltre fare attenzione che i master che si utilizzano come modello non contengano anche in minima traccia di gomme e catalizzatori del tipo per condensazione, tutti i prodotti che contengono anche minime tracce di zolfo e derivati (es: PVC), colle polineopreniche, resina, stucchi e mastici a base poliestere, plastiline a base non cerosa e stucco da vetro, PVC, stagno e metalli pesanti, ammine e gomma naturali e sintetiche. In definitiva per i nostri fossili non c'è nessun problema e potete usarle tranquillamente! Vi ricordo che sono Atossiche e prive di allergeni quindi indicate per l'uso in campo didattico e museale! ma si possono calcare anche oggetti più grandi? certo che sì....nella foto alcune impronte che abbiamo calcato per il Museo di Storia Naturale di Bolzano Purtroppo non avendo l'autorizzazione non posso mostrarvi l'originale e la sua copia, ma fidatevi che è uscita bene... :) vi ricordo quì sotto il link per acquistare la nostra gomma siliconica: https://www.trilobiti.com/product-page/rtv-530
  • Siamo stati assenti un poco lo sò...ma gli impegni sonon tanti e il tempo di scrivere davvero poco...volevo però mostrarvi questo gioiello che è appena stato ultimato dal Super david Comfort, uno dei Migliori preparatori di fossili in circolazione. Non mi credete? guardate cosa è riuscito a tirar fuori da questo blocco del peso di 35 kg!

Trilobites on sale

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

Other Fossils on sale

Books and equipment

Info

Trilobite Design Italia NON vende fossili Italiani.

In Italia è vietato il commercio e la vendita di fossili provenienti dal territorio dello Stato in quanto ritenuti beni culturali e rientranti nei beni tutelati dalla normativa n.1089 dd 1 Giugno 1939 e la nostra azienda NON commercia questi campioni. La presente ditta TDI di Gianpaolo Di Silvestro esclude nella totalità qualsiasi campione fossile d’origine paleo-antropologica. In accordo con la legge Italiana tutti i fossili sono importati ed esportati regolarmente.

Tutti i prezzi del sito sono da intendersi IVA compresa la fattura commerciale sarà allegata alla merce spedita

All prices are VAT included

Trilobite Design Italia and Scientificmodels are website made by Di Silvestro Gianpaolo Aurisina TS  ITALY P.I 01265210326