Una questione "spinosa"....


Capita spesso di leggere o di ascoltare su forum o altro mezzo di comunicazione, quanti più strafalcioni possibili sul fatto che le spine dei trilobiti siano vere, false o magistralmente scolpite...

Nascono così, delle vere e proprie leggende metropolitane e fazioni paleontologiche PRO o CONTRO i fossili spinati, e i loro preparatori! Attenzione!! Mio Cugggggino che tutto sà e tutto vede è anche un esperto paleontologo!!!!!

Cerchiamo brevemente di mettere un poco di ordine su queste dicerie:

Come tutti gli Artropodi, anche i trilobiti potevano evolvere , in base alle pressioni selettive ambientali, forme spinate, tubercolate, lisce o convesse.

Tali strutture avevano il compito di proteggere, comunicare, mimetizzare o far galleggiare i nostri artropodi paleozoici.

A tal proposito una recente publicazione di Knell e Fortey del 2005 avvalora anche una interessantissima tesi sul dimorfismo sessuale espresso attraverso bizzarre forme presenti soprattutto nei trilobiti devonici! (Walliserops hammii e similari).

La questione dunque non è se i trilobiti avevano si o no le spine, ma quali sono gli idonei processi di preparazione per preservare queste micro strutture, e farle riemergere dalla roccia nel migliore dei modi. Purtroppo su questo punto, l'incapacità e la poca professionalità del preparatore e dell'acquirente la fa da padrone.

Sul mercato ESISTONO molti falsi, tantissimi falsi ma anche meravigliosi campioni magistralmente preparati, e perfettamente conservati; Spesso i prezzi non proprio popolari scoraggiano gli appassionati, ma si sà la qualità si paga! Masters nel campo ce ne sono, anche se pochi, e spesso la loro preparazione diventa inacessibile ai più. Un consiglio che non mi stancherò mai di dare é soffermarsi sui particolari, e cercare di capire cosa si vuole da un pezzo...spesso si è acciecati dal mero desiderio del possesso...se ci soffermiamo e analizziamo il nostro desiderio, possiamo esaudirlo cercando un compromesso tra qualità/prezzo. Considerate che per recuperare delle spine di pochi millimetri ci possono volere 40 hr e oltre di lavoro in sabbiatrice e microscopio, e questo sottolinea quanto sia importante non solo il trilobite ma soprattutto la mano esperta di chi lo lavora.

Campioni spinati di "fattura marocchina" o sconosciuta dovrebbero sempre far sorgere dei dubbi. Il mio consiglio é affidarsi sempre a pochi e selezionati venditori che possono garantirvi la genuinità dei campioni. Diffidate di Ebay e similari se non conoscete il seller!

Di seguito i 10 punti chiave per evitare raggiri e truffe nei trilobiti:

1) Acquistare solo da professionisti del settore, e diffidare delle offerte miracolose...NON Esistono

2) Usare i motori di ricerca come Ebay e similari solo se si conosce il venditore o il preparatore

3) Restauro e ricostruzione sono due termini molto differenti

4) Distinguere e chiedere sempre il restauro al venditore...se non può o non sà dirvelo diffidate

5) Munirsi di lampada di WOOD

6) Munirsi di lente di ingrandimento

7) Diffidate dalle leggende metropolitane e ragionate con la vostra testa

8) Studiare prima di acquistare come è realmente il trilobite del vostro desiderio

9) Se non si hanno i soldi meglio aspettare e fare "salvadanaio"

10) ultimo consiglio La spina perfetta, il trilobite perfetto non esistono o quasi!

Di seguito alcune foto sugli step di preparazione concesse da Dave Comfort per questo Blog

(Foto 1, 2 Kootenia sp. USA e Foto 3, 4 Kettneraspis sp. Marocco)

#paleontology #trilobite #DavidComfort #Olenoidestrispinus

30 views0 comments